Crea sito

Articolo della Gazzetta del Mezzogiorno del 22 luglio

Lug 24th, 2012 Postato in Senza categoria | Commenti disabilitati su Articolo della Gazzetta del Mezzogiorno del 22 luglio

Il nostro passato è il nostro futuro. Uniti nel ricordo, per non dimenticare.

Lug 20th, 2012 Postato in Memoria | Commenti disabilitati su Il nostro passato è il nostro futuro. Uniti nel ricordo, per non dimenticare.

Domenica, 22 luglio, ricorrerà il 69^ anniversario dei bombardamenti anglo/americani sulla nostra città. L’estate del 1943, come i lettori ben sapranno e proprio quando sembrava che la guerra avesse lasciato indenne la nostra città da episodi di combattimenti cruenti, soprattutto per la popolazione civile, Foggia venne a trovarsi al “centro” dei piani dei futuri alleati che preparavano lo sbarco e l’invasione dell’Italia. La sua particolare situazione geografica e la presenza di diversi aeroporti militari, industrie chimiche e un nodo ferroviario di primaria importanza, decretarono la terribile decisione di bombardarla per annientare la resistenza tedesca e preparare il terreno alle truppe intanto sbarcate in Sicilia. E’ stata la tragedia più grande per la nostra terra dopo il terremoto, terribile, del 1731. Da maggio 1943 e sino a dopo l’8 settembre, data dell’armistizio, Foggia divenne il simbolo del martirio di una città e dei suoi abitanti. Insieme a Dresda, città tedesca e Cassino, fu la città più bombardata in assoluto. Dopo il 22 luglio e il 19 agosto 43 Foggia divenne una città fantasma. Oltre 20.000 morti dei quali più di 5.000 periti il solo 22 luglio nei sottopassaggi della stazione, ove avevano trovato rifugio, nella vana speranza di salvarsi, migliaia di inermi cittadini e ferrovieri, presi alla sprovvista dalle bombe e mitragliatrici dei bombardieri anglo americani. Purtroppo un treno cisterna fermo al primo binario venne colpito e il liquido infiammabile invase, incendiandosi, il sottopassaggio. Fu una carneficina. Negli stessi giorni mentre centinaia di bombardieri oscuravano il cielo di Foggia “vomitando” dal loro ventre di morte bombe e spezzoni incendiari, per procurare più danni possibili, altre centinaia di nostri concittadini, tra i quali tanti bambini, ragazzini e donne, venivano barbaramente e senza ragione mitragliati dai piloti che volavano a bassa quota, nella villa; sul viale della stazione e altrove. Omicidi, questi, sui quali mai nessuna commissione o tribunale ha mai indagato. Alla fine di agosto 43 oltre ai 20.000 morti Foggia era distrutta per il 75 % del suo patrimonio edilizio pubblico e privato. La città fantasma, come venne chiamata, non aveva più niente da “offrire” al nemico/amico!

Leggi il resto »

Ricorrenza del 22 luglio

Lug 19th, 2012 Postato in Iniziative, Memoria | Commenti disabilitati su Ricorrenza del 22 luglio

Domenica 22 luglio alle ore 18 il Comitato invita la cittadinanza al duplice evento che si terrà presso il Palazzetto dell’Arte in via Galliani a Foggia. La Sala Grigia ospiterà una mostra fotografica e l’esposizione di cimeli storici dell’epoca della Guerra, mentre nella Sala Rosa il prof. Tommaso Palermo, docente di lettere e appassionato ricercatore dei fatti del 1943, presenterà i risultati di diversi anni di ricerche sui bombardamenti subiti dalla città, in gran parte inediti, che confluiranno in una prossima pubblicazione. Dalle foto di alcuni aerei ed avieri anglo-americani coinvolti nelle incursioni, a documenti inediti sulle missioni, la ricerca spazierà su molti aspetti di quei tragici eventi: le ragioni e i fautori della strage, le caratteristiche tecniche dei velivoli e degli ordigni, l’occupazione e la ricostruzione della città. Il convegno vedrà come correlatore il dott. Salvatore Agostino Aiezza, scrittore e, anch’egli appassionato di storia locale, che interverrà su un argomento poco dibattuto sui fatti del ’43 ossia “lo sfollamento” di migliaia di persone verso i paesi della provincia, con testimonianze e dati. Quello che si articolerà come un percorso espositivo, con foto inedite e cimeli d’epoca, e un approfondito dibattito, si propone di porre all’attenzione della cittadinanza, un grande quadro di storia foggiana sfregiato dalla guerra e dalle sue logiche, per un recupero della memoria, una lettura più approfondita dei molteplici aspetti e una riflessione sul futuro. La mostra potrà essere visitata a partire da venerdi 20 luglio.

Il Comitato ricorda a quanti volessero contribuire liberamente alla raccolta fondi che è possibile effettuare un bonifico bancario sul seguente conto: Un monumento a ricordo delle vittime del ’43 – IBAN IT65H0558415702000000001181 e che presso la mostra sarà allestito apposito banchetto per quanti volessero contribuire di persona.

Per informazioni inviare una mail a [email protected] oppure iscriversi alla pagina Facebook del Comitato. Per contatti telefonici: Alberto Mangano, Presidente tel. 3407966934

Foggia 19 luglio 2012 Il Comitato