Crea sito

I ‘foggiani di Fiorello’ quegli americani addestrati a Foggia

Dic 16th, 2013 Postato in Memoria, Storie | Commenti disabilitati su I ‘foggiani di Fiorello’ quegli americani addestrati a Foggia

verna banner grande

Il Gen. Marieni venne a sapere dal Maggiore Perfetti, suo uomo di fiducia, inviato negli Stati Uniti d’America per acquistare materie prime scarseggianti in Europa, che nel corso del mese di giugno o luglio 1917 gli americani avrebbero inviato a Londra e Parigi una delegazione di aviatori allo scopo di acquistare materiale bellico.

Data la drammatica penuria di materie prime per l’industria, la Direzione Generale dell’Aeronautica aveva intenzione di barattare velivoli, motori e addestramento italiani in cambio di materie prime americane.
Pertanto, per rafforzare i rapporti con gli Stati Uniti, Marieni volle incontrare la delegazione americana ed inviò a Parigi il Maggiore Savoja ed il Capitano Bensi, ambedue della direzione tecnica, per invitare gli americani a visitare le industrie e le scuole di aviazione del nord Italia.

Giornalmente il Generale redigeva di suo pugno una relazione per l’On. Dallolio, Ministro per le Armi e Munizioni, allo scopo di tenerlo costantemente informato.
Il Marieni rende edotto il ministro di aver offerto agli americani la possibilità di addestrare 500 loro piloti (i contatti erano iniziati già nel 1916) e di aver messo a disposizione degli alleati 2 dirigibili per pattugliare le coste atlantiche dell’Europa sempre in cambio di preziose materie prime per l’industria bellica.

Il Ministro Dallolio si sente scavalcato e nella sua breve e stizzosa nota e cerca di bloccare l’iniziativa  che però, come appare dalla risposta del Generale direttore, era stata ben coordinata da tempo ed ormai era cosa fatta.

La missione americana, che restò in Italia dal 20 al 26 luglio 1917, ebbe un gran successo e permise all’Italia di addestrare 500 piloti americani, di fornire all’America numerosi velivoli del tipo Caproni e SVA e di ottenere in cambio anche importanti materie prime strategiche quali acciaio, hangars per dirigibili, legname pregiato ed altro.

Leggi il resto »

Foggia ancora obiettivo dei bombardieri americani.

Dic 9th, 2013 Postato in Documenti | Commenti disabilitati su Foggia ancora obiettivo dei bombardieri americani.

The Sydney Morning Herald 2 giu 1943

The Sydney Morning Herald, 2 giugno 1943

Foggia ancora obiettivo dei bombardieri americani.

Foggia, importante base aerea e nodo ferroviario italiano, a 80 miglia a nord-est di Napoli, è stata pesantemente colpita lunedì, per la seconda volta di fila. I bombardieri si sono ripetuti con l’operato dei Liberators che hanno attaccato domenica.
Alle prime luci dell’alba dalla Gran Bretagna lunedì RAAF Ventures scortati dagli Spitfires hanno attaccato Zeebrugge (Belgio). Due incursori hanno penetrato l’area di Londra l’altra notte, causando pochi danni e poche vittime.

pub ccm gr

Destruction of Foggia

Dic 7th, 2013 Postato in Documenti | Commenti disabilitati su Destruction of Foggia
Friday-1-October-1943-riverine-herald

Friday-1-October-1943-riverine-herald

29 settembre 1943, Riverine Herald.

Distruzione di Foggia.

L’inviato Reuter nel sud Italia dice che Foggia ha cessato di esistere come città. Se vuole risorgere si dovranno ricostruire tutti gli edifici. Oltre ai danni causati dagli attacchi alleati si aggiungono quelli dei tedeschi che passando per Foggia hanno causato ingenti danni. Hanno fatto saltare grosse stazioni, hanno demolito ogni strada e distrutto edifici per arrestare il nostro passaggio. ‘Foggia oggi è un ammasso di macerie confuse come cavi del telefono attorcigliati ed alberi abbattuti, una città che è morta.

 

 

 

 

Altri articoli giornalistici dell’epoca sono al seguente link http://foggiainguerra.altervista.org/wordpress/giornali/